Home » Post Produzione » Come realizzare un videoclip musicale

Come realizzare un videoclip musicale

I tempi cambiano, ma il videoclip musicale resta sempre uno dei mezzi migliori per promuovere un pezzo e per far conoscere il lavoro di cantanti e musicisti.

Certo, il suo linguaggio si è evoluto nel corso del tempo, per questo è molto importante capire su cosa è meglio puntare oggi per realizzare un video musicale coinvolgente e capace di valorizzare la musica.

In questo articolo vedremo quali sono gli step principali per la realizzazione di un fantastico videoclip.

Che cos’è un videoclip musicale?

Era il 1984 quando il videoclip di Thriller di Michael Jackson rivoluzionava per sempre il concetto stesso di video musicale.

Diretto dall’acclamato regista John Landis, il video (ad altissimo budget) era infatti molto più simile a un cortometraggio con una vera e propria trama: qualcosa di molto diverso dalle immagini sconnesse che fino ad allora erano state utilizzate per promuovere le canzoni.

Da allora il videoclip musicale ha continuato a sperimentare, facendo nascere un vero e proprio genere capace di combinare in modo inedito musica e cinema.

Come abbiamo detto l’obiettivo principale di un video musicale è quello di promuovere un brano, solitamente un singolo, che si tratti di un’artista conosciuto o emergente.

Solitamente il video segue l’estetica dell’artista e l’eventuale concept dell’album, come per esempio è successo con Formation di Beyoncé. 

La grande differenza rispetto agli anni ’80 e ’90 è la possibilità di creare oggi video di qualità a basso budget, capaci di far guadagnare una fetta di pubblico anche agli artisti indipendenti che non sono legati alle grandi major labels.

La pre-produzione del videoclip musicale

Come qualunque altro filmato anche la produzione di video musicale passa attraverso una fase di pre-produzione in cui viene messo a punto il concept e preparato uno storyboard.

L’idea alla base del video deve essere dell’artista, ecco perché l’obiettivo di un bravo videomaker deve essere quello di consigliare le migliori modalità per elaborare la sua visione.

Brainstorming con l’artista

Lo scopo di un video musicale è quello di esaltare la musica, per questo il primo step del lavoro sarà quello di confrontarsi con l’artista.

Durante questo brainstorming è possibile valutare tutte quelle di idee che scaturiscono dall’ascolto del brano, scegliendo poi quella migliore in termini di creatività e fattibilità.

Ricordati infatti che il tuo videoclip non sarà il primo della storia: per questo è necessario essere originali, ma allo stesso tempo creare qualcosa che possa risultare sin da subito familiare.

Un altro passaggio fondamentale è analizzare il budget che si ha disposizione, valutando poi le location dove girare e un eventuale utilizzo di effetti speciali.

Consiglio utile: in questa primissima fase il brano dovrà essere ascoltato più e più volte, fino a non avere più segreti.

Storyboard

Lo storyboard permette di pianificare le riprese disegnando le inquadrature principali: uno strumento utilissimo che ci permette di capire come lavorare sul set, soprattutto perché (almeno nella maggioranza dei casi) il video musicale non presenterà battute.

Non è necessario curare lo storyboard nei minimi dettagli.

L’importante è avere una bozza delle scene più importanti, mettendo nero su bianco la visione che è emersa dal brainstorming insieme all’artista o agli artisti.

Cast tecnico

Prima di andare sul set è necessario individuare il team di professionisti che si occuperanno delle riprese ma anche della post-produzione.

In particolare il cast tecnico dovrà contare un operatore, un regista, una persona addetta alle luci, ma anche professionisti specializzati nel montaggio (video e suono) e nella color grading.

Nelle piccole produzioni una persona può anche ricoprire più ruoli: come ad esempio regista e operatore di macchina.

Cast artistico

La scelta del cast artistico dipenderà dal concept stesso del videoclip.

Se si vuole realizzare un video in cui compare solo la band e/o il cantante non sarà necessario avvalersi di attori.

In altri casi invece gli artisti non compaiono, oppure, più frequentemente, compaiono insieme ad attori. Quest’ultima opzione facilita lo storytelling, come ad esempio nel video dei Baustelle Amanda Lear.

Produzione

Dopo aver messo a punto tutti i dettagli tecnici utili per iniziare le riprese si può andare finalmente sul set per iniziare la produzione vera e propria.

Questo è di sicuro il momento più entusiasmante nell’intero processo di creazione del video, perciò è fondamentale attenersi a quanto deciso sfruttando al meglio tutti gli strumenti a disposizione.

In questo modo sarà possibile portare a casa del girato di qualità, pronto per essere valorizzato con musica, effetti e montaggio in post-produzione.

Allestire il set

Prima delle riprese il set deve essere preparato, sia che si giri in interno che in esterno.

Questo significa sistemare un eventuale arredamento, preparare i costumi, facendo in modo tale da seguire accuratamente il piano di riprese così da non perdere inutilmente tempo, e dunque denaro.

Luci

In base alle sequenze che si dovranno girare e al tipo di location, l’addetto alle luci dovrà individuare il tipo di illuminazione migliore per ottenere del buon girato.

Questo è valido sia per le riprese in esterni di notte e che sfruttano del tutto o parzialmente la luce naturale, ma anche le riprese in studio.

Di solito l’addetto all’illuminazione si avvale della cosiddetta tecnica dei 3 punti luce, che prevede l’utilizzo di una luce principale, di una luce posteriore e di una luce di riempimento.

Musica

La musica deve essere protagonista del nostro video, dunque deve guidare le mosse dei talent protagonisti del video: che si tratti degli artisti o di comparse.

Per questo motivo durante le riprese è fondamentale far partire la musica: in questo modo le persone potranno entrare in sintonia con il pezzo.

In alcuni casi la band o il cantante potranno anche suonare e/o cantare sul set: in ogni caso la traccia audio in presa diretta sarà comunque rimpiazzata da quella registrata in studio, per un risultato di qualità.

L’audio in presa diretta non viene però eliminato perché può rappresentare un punto di riferimento importante per i professionisti che si andranno a occupare del montaggio audio e video.

Riprese 

Una volta definiti tutti questi dettagli è possibile iniziare a girare.

Le riprese saranno ovviamente effettuate con attrezzature professionali, così da assicurare al cliente un risultato di qualità senza tremolii o con inquadrature fuori fuoco.

Come però avrai capito la qualità tecnica deve essere coadiuvata da tanta competenza sul campo, per questo è importante arrivare allo step delle riprese con tanta consapevolezza e con tutto il materiale preparato precedentemente come ad esempio lo storyboard.

Se, ad esempio, si era deciso di non far suonare la band dal vivo (per poi sincronizzare successivamente la traccia) sarebbe meglio non cambiare idea all’ultimo momento, a meno che non sia il cliente a voler ripensare l’intero lavoro.

Riprendere un’esecuzione dal vivo richiede infatti un tipo di lavoro e preparazione completamente diversi: dalla regia all’illuminazione del set. 

Per non parlare della difficoltà che talvolta si presentano con la sincronizzazione del video con la traccia audio.

Credere nel lavoro fatto fino a quel momento e attenersi ai piani è inoltre sinonimo di professionalità e credibilità nei confronti del cliente.

Un altro consiglio: ricercare l’originalità è fantastico, ma non per questo bisogna perdersi in virtuosismi che potrebbero disturbare lo spettatore come ad esempio inquadrature storte e zoom costanti. 

Post-produzione 

Una volta completate le riprese è possibile iniziare il lavoro di perfezionamento del girato ordinandolo in sequenza (montaggio), sincronizzando l’audio (editing e mixaggio sonoro), aggiungendo eventuali effetti speciali ed effettuando la color grading.

L’obiettivo della post-produzione è quello di completare quanto già iniziato, trovando il giusto punto di raccordo tra musica ed esperienza visiva con soluzioni tecniche capaci di affascinare e coinvolgere lo spettatore.

Effetti speciali

Non tutti i videoclip musicali necessitano di effetti speciali.

Questo plus dipende infatti dalla storia che si vuole raccontare e deve essere in linea con lo spirito stesso del video, così da non risultare un’aggiunta superflua.

Gli effetti speciali vengono creati a computer tramite appositi programmi come Adobe After Effects come per esempio nel video degli Imagine Dragons Believer.

Al posto di effetti speciali veri e propri possono essere anche aggiunti elementi in computer grafica diversi, come animazioni.

Un classico esempio è rappresentano dal videoclip di Take On Me degli a-ha.

Montaggio

In sede di montaggio il girato dovrà essere ordinato secondo quanto indicato dallo storyboard, così da dare vita a un corto narrativo che, con l’aggiunta della musica, avrà un suo significato.

In base allo stile del video e della musica sarà necessario optare per una certa tipologia di montaggio.

Se per esempio abbiamo a che fare con una musica veloce e ritmata opteremo per un montaggio dinamico come nel video di Happy di Pharrell Williams.

Montaggio sonoro e mixaggio

Una parte fondamentale nella post-produzione di un videoclip musicale riguarda ovviamente il montaggio e il mixaggio del sonoro.

In questa fase è estremamente importante sincronizzare il labiale, i passi di danza dei protagonisti con la musica e le gestualità dei musicisti, realizzando quindi un montaggio coerente ma anche mixare eventuali altri suoni con la traccia del brano principale.

Sembra una piccolezza, ma in un videoclip musicale sono proprio questi i dettagli che fanno la differenza e che contribuiscono a rendere riconoscibile il video stesso e lo stile dell’artista.

Un fantastico esempio ce lo fornisce il video di Street Fighter Mas di Kamasi Washington.

Color grading

Ultimo, ma di assoluta importanza, passaggio della post-produzione è la color grading.

In questa fase il colorist si occupa di migliorare il girato, precedentemente corretto dal punto di vista della luminosità e dell’esposizione (color correction) sfruttando una determinata palette di colori.

La scelta della palette è condivisa insieme al regista e all’artista ed è legata a doppio filo al significato stesso del brano, in quanto i colori sono in grado di suggerire determinate emozioni proprio come al cinema.

Per esempio il videoclip della canzone Juice di Lizzo vede un uso massiccio di colori saturi che contribuiscono a creare un effetto “luce al neon” che strizza l’occhio all’immaginario anni ’80.

I 5 videclip musicali che devi conoscere

Vuoi lasciarti ispirare per la creazione di un videoclip per te o per la tua band?

A volte può essere molto utile vedere cosa è successo e cosa sta succedendo nel mondo, così da trovare la giusta soluzione per valorizzare la propria arte.

Ecco 5 videoclip che dovresti conoscere.

  1. Chilidish Gambino – This Is America 

2) Lady Gaga – 911

3) FKA twigs – Cellophane

4) Elton John – Tiny Dancer

5) Radiohead – No Surprises

Quanto costa un videoclip musicale?

Realizzare un videoclip musicale è un investimento importante in termini di visibilità e valore artistico per chiunque abbia una band o un qualunque altro progetto musicale.

Per questo motivo è molto importante rivolgersi a professionisti del settore capaci di valorizzare al meglio la tua musica con il budget che puoi mettere a disposizione.

Noi di Post Tube non diamo un prezzo fisso perché crediamo che ogni lavoro sia un progetto a sé stante: tutto dipende dalle richieste del cliente e dalle risorse che egli può destinare al videoclip.

Se stai pensando di fare questo tipo di investimento non esitare a contattarci: il nostro team sarà a tua completa disposizione per rispondere a qualunque genere di domanda o dubbio, ma anche per preparare preventivi su misura e senza impegno.

Produzione di videoclip musicali

Ormai da più di 30 anni il videoclip rappresenta un must per tutti gli artisti che aspirano a diventare competitivi nel settore musicale.

Grazie alla sua esperienza nel settore, alla grande passione e al costante aggiornamento Post Tube ti offre la possibilità di realizzare il videoclip che hai sempre desiderato per far conoscere ad ancora più persone la tua musica e il tuo progetto artistico.