Home » Post Produzione » Idee video aziendali

20 idee ed esempi per i tuoi video aziendali divertenti

Perché scegliere di investire in video aziendali divertenti? Te lo spieghiamo subito.

Ci sono molte strategie di comunicazione attraverso cui un brand può catturare l’attenzione dell’utente.

Una di queste è senza dubbio la comicità, dunque realizzando video aziendali divertenti.

La risata è infatti riconducibile a un’emozione, un dettaglio che rende questi video aziendali dei particolari video emozionali

Come però dicono spesso gli attori, la comicità è un’arte raffinata.

Di conseguenza è necessario combinare competenza comunicativa e qualità dal punto di vista tecnico: per convertire un video deve essere ben girato e curato nei minimi dettagli in post produzione

Ultimo, ma non meno importante, bisogna anche lavorare sul brand.

Conoscere il brand, con tutte le sue potenzialità e il suo target di riferimento, è obbligatorio per poter realizzare un video aziendale che funzioni davvero.

In questo aspetto rientra chiaramente anche lo studio della concorrenza.

Vale la pena citare lo scontro a colpi di pubblicità che, ormai da diversi decenni, avviene tra Coca-Cola e Pepsi: due brand in competizione estrema. 

Una guerra commerciale mai terminata che ci ha regalato alcuni degli spot più divertenti degli ultimi anni.

Basti pensare a quello in cui un bambino prende due lattine di Coca-Cola da un distributore automatico solo per arrampicarsi per premere il bottone della Pepsi sullo stesso distributore.

Un esempio perfetto che dimostra come con una consolidata brand awareness e la giusta strategia di comunicazione si possano raggiungere interessanti risultati in termini di visibilità e vendite.

In questo articolo ti mostreremo alcune idee divertenti per i video aziendali.

Servizio di realizzazione video aziendali

I video aziendali sono uno dei contenuti con il più alto tasso di visualizzazioni, interazioni e conversioni. Affidati a Post Tube per la realizzazione del tuo prossimo video aziendali!

1) Hyundai

Il padre preoccupato per il primo appuntamento della figlia è uno stereotipo che può sembrare datato. 

Ma grazie alla comicità di Kevin Hart, Hyundai riesce a strappare una risata al pubblico mostrando al contempo tutte le caratteristiche dell’auto che vuole pubblicizzare.

Il personaggio di Kevin Hart consente alla figlia di uscire e concede in prestito al suo ragazzo la propria auto nuova: grazie alle impressionanti caratteristiche del veicolo saprà sempre dove si trovano, cosa stanno facendo così da tenersi lontano dai guai. Auto compresa.

2) Waze

In Italia i pupazzi pubblicitari che si gonfiano con l’aria sono oggetti meno comuni. In USA sono all’ordine del giorno, alla stregua di qualsiasi altra mascotte.

Waze ha creato uno spot davvero spassoso con protagonista proprio un pupazzo gonfiabile, ormai precario poiché il suo locale non ha più bisogno di lui per essere trovato: tutti ormai si affidano alla app Waze.

Il finale a sorpresa rende questo video aziendale ancora più comico.

3) Virgin Media

Cosa puoi fare abbonandoti a Virgin Media?

Praticamente di tutto! Questo è quello che Virgin Media ci vuole dimostrare con questo divertente video aziendale in cui, ovviamente, non manca un po’ di sano humor inglese.

Perché certo, è possibile fare di tutto… tranne guidare un autobus giù da una scogliera senza andare incontro al tuo destino. Ma dopotutto non si può vincere sempre…

4) Samsung QLED + 6 Underground

Tre video aziendali in uno? Perché no!

Il marketing nel marketing è un’ottima soluzione, soprattutto se letta in chiave comica. 

Ce lo dimostra Samsung che, scegliendo come testimonial Ryan Reynolds, riesce a pubblicizzare uno dei televisori QLED di ultima generazione. E non solo.

Già perché sul televisore vediamo prima il trailer di 6 Underground, film Netflix con Ryan Reynolds, e poi del Gin Aviation. 

Un divertente esempio di meta marketing.

5) McDonald’s UK

Il colosso del fast food sceglie la commedia per focalizzarsi su quanto possa essere costosa una caffetteria ricercata e un po’ hipster rispetto a un McCafe.

L’obiettivo del marchio è focalizzarsi sul fatto che da loro non troverai strani fronzoli o arredamento bizzarro, ma solo un semplice caffè di ottima qualità.

Chiaramente per noi italiani questo può apparire un po’ lontano, ma nei paesi anglosassoni in cui c’è tutta un’altra cultura del caffè, uno spot di questo tipo risulta essere davvero interessante, innovativo e per certi versi controtendenza.

6) Pepsi

Con il suo slogan Pepsi Generation, ormai da decenni il brand è solito scegliere testimonial pop capaci di attrarre un pubblico giovane e attento alle mode del momento.

Se quindi negli anni ’80 era toccato a Michael Jackson, nel 2019 è stata la volta di Card B. 

Nel video la rapper afferma che la Pepsi non è semplicemente “ok” ma “okurrr”: una strana onomatopea che va a ricordare l’effervescenza della bevanda e che strizza l’occhio agli slang giovanili.

7) Specsavers

Specsavers è una nota catena britannica specializzata nel settore dell’ottica, molto nota per i propri spot umoristici.

Cosa può accadere infatti se non ci si prende cura della propria vista? 

In teoria di tutto, come per esempio salire sulle montagne russe. Un po’ come accade alla coppia di anziani di protagonisti del video aziendale.

L’obiettivo è sensibilizzare il pubblico a prendersi cura della propria vista, mostrando in modo ironico i problemi in cui è possibile imbattersi senza il giusto paio d’occhiali. 

8) Mercedes-Benz

Nel 2013 la Mercedes-Benz lanciava il proprio nuovo sistema Intelligent Drive, capace di garantire massima stabilità e comfort durante la guida con un video con protagonisti… dei polli.

Gli animali infatti tendono a tenere la testa più rigida rispetto al resto del corpo, il che li rende i testimonial perfetti. 

La colonna sonora con Upside Down di Diana Ross è la ciliegina sulla torta.

9) BauMax

A volte le pubblicità divertenti possono avere un impatto molto più grande delle pubblicità serie.

Un esempio? Questo video realizzato da BauBax per sponsorizzare la propria innovativa giacca da viaggio.

Spiritoso e informativo allo stesso tempo, il video ci mostra tutto quello che è possibile fare con una giacca BauBax.

Magari durante uno spostamento in aereo.

10) The National Lottery

The National Lottery è specializzato nella creazione di video aziendali divertenti che hanno l’obiettivo di sponsorizzare il gioco. 

Protagonista di questo è il cantante James Blunt, testimonial della fittizia campagna #PleaseNotThem che dovrebbe spingere la gente a giocare per sventare i suoi piani. 

The Nation Lottery ha girato altri video di questa serie che avevano come protagonisti Noel Edmonds e Dame Judi Dench.

11) Google Home Alone

Chi non si ricorda Macaulay Culkin in Mamma ho perso l’aereo?

Google ha sfruttato la popolarità di questa commedia degli anni ’90 richiamando il protagonista, ormai cresciuto, e ricreando lo stesso set del film.

L’obiettivo? Farci vedere come sarebbero potute andare le cose se Kevin avesse avuto l’assistente Google nel 1990.

12) Budweiser + Uber

Come abbiamo già visto, non è raro che due o più brand scelgano di unirsi per realizzare un video aziendale che sappia portare a entrambi un beneficio.

In particolare questo spot di Budweiser e Uber è interessante non solo per la combo tra i due brand in sé, ma soprattutto per il valore aggiunto che riesce a portare.

Il celebre slogan “Whassup” del marchio di birra, forse un po’ obsoleto, rivive con un nuovo umorismo grazie alla presenza di Uber. 

13) Nationwide

Non è facile sfruttare la stand-up comedy in uno spot pubblicitario.

Tuttavia Nationwide, istituto finanziario britannico, pare aver trovato la ricetta giusta grazie a una serie di spot con protagonisti bravissimi comici che sponsorizzano i loro prodotti.

L’obiettivo è presentare i prodotti e servizi aziendali attraverso degli sketch di cabaret con una comicità in perfetto stile inglese.

Questa pubblicità, per esempio, ha avuto un enorme successo nel 2019.

14) Old Spice 

Old Spice propone da sempre spot che fanno leva sulla comicità.

Nonostante tutto lo spirito del brand resiste in modo fantastico allo scorrere del tempo grazie a un video aziendale dal look moderno, ma capace di fare leva sui punti di forza che rendono Old Spice il marchio che tutti conoscono.

Lo slogan inoltre funziona alla grande:  “Look at your man, now back to me. Now back to him, now back to me.”

15) Dollar Shave Club

Dollar Shave Club è un brand giovane, fondato a Venice in California nel 2011, ma diventato ben presto famoso per i propri servizi di consegna a domicilio di rasoi e prodotti per la cura della barba.

Merito di una brand awareness che potrebbe far invidia a marchi ben più anziani e che, sin da subito, ha giocato sul terreno della comicità.

Basti dare un’occhiata al loro primo spot risalente al 2012, subito replicato e diventato virale.

16) Snickers

“Non sei tu quando hai fame”.

In occasione del Super Bowl del 2020 Snickers ha ripreso il suo celebre slogan riadattandolo all’ennesima potenza.

Il risultato? Un intero movimento di persone arrabbiate ha scavato una buca pretendendo di sistemare il mondo con uno Snicker gigante.

Un’idea meravigliosamente sciocca, che gioca al meglio con l’idea di comicità: prendendo in giro e prendendosi in giro. 

https://youtu.be/SLAV4LYO-yU

17) Michelob Ultra

Se si vuole realizzare un video con un testimonial è bene prendere esempio dagli americani.

Le pubblicità USA sono un grandissimo esempio di come sia possibile sfruttare la popolarità e l’immagine di un personaggio famoso per sponsorizzare il proprio prodotto.

È il caso della Michelob Ultra che sceglie il popolare conduttore Jimmy Kimmel che, con l’aiuto dei suoi amici, John Cena, Usain Bolt, Brooks Kopek, Brooke Sweat e Kerri Walsh, ci dimostra che allenarsi può essere molto divertente.

Soprattutto se dopo ci beviamo un bicchiere di birra in compagnia.

18) Metro Trains

Tra il 2012 e il 2013 ti sarà sicuramente capitato di ascoltare il motivato Dumb Ways to Die.

Merito della campagna pubblicitaria realizzata da Metro Trains, azienda del servizio pubblico di Melbourne il cui obiettivo era quello di promuovere la sicurezza della linea ferroviaria.

19) Soda Stream

Abbiamo già accennato all’epica rivalità tra Coca-Cola e Pepsi.

In questo caso c’è da dire che tra i due litiganti il terzo gode, perché Soda Stream ha utilizzato la guerra di marketing tra i due colossi del beverage non solo per prenderli in giro ma per promuovere i propri prodotti. 

Un’idea divertente con effetto a sorpresa: inizialmente lo spettatore potrebbe pensare di essere di fronte all’ennesimo spot Coca VS Pepsi, quando in realtà non è così.

20) Progressive Insurance

Due ragazze in un bar. Alcuni ragazzi cercano di avvicinarsi e una delle due scoraggia tutti recitando i servizi e le polizze della Progressive Insurance.

Un modo raffinato per informare i clienti su quali siano i propri prodotti, focalizzandosi proprio sulle USP, riconoscendo allo stesso di essere poco originali… ma infilare sullo schermo qualcuno che dice esattamente il contrario.

In questo modo il cliente comprenderà che i servizi del brand possono essere realmente utili.

https://youtu.be/v8846PMaWl4

Produzione video aziendali divertenti

Come abbiamo visto la comicità può essere una chiave da utilizzare per realizzare i propri video aziendali divertenti.

Per trovare la strategia vincente è tuttavia fondamentale studiare al meglio il proprio brand, compresi i competitors, come ti abbiamo mostrato in questi esempi.

Servizio di realizzazione video aziendali

I video aziendali sono uno dei contenuti con il più alto tasso di visualizzazioni, interazioni e conversioni. Affidati a Post Tube per la realizzazione del tuo prossimo video aziendali!