Home » Video Marketing » Creare un canale You Tube aziendale

Come creare un canale YouTube aziendale

YouTube, dopo Google, è il motore di ricerca più utilizzato ed è quindi un’ottima opportunità e da non sottovalutare nella strategia marketing della tua attività.

Aprire un canale Youtube è piuttosto semplice, basta seguire una breve guida e in poche ore sarai online con una pagina attraente ma comprendere i funzionamenti dell’algoritmo e come apparire al meglio per attirare utenti, convertirli in follower e trasformarli in potenziali clienti è sicuramente uno step più impegnativo.

I video sono il vero futuro del marketing.

Attualmente nulla converte quanto un filmato, ma è anche vero che gli spettatori sono sempre più attenti e selettivi richiedendo contenuti di qualità impeccabile.

You Tube risulta un’ottima vetrina per promuoversi online e potrebbe fare la differenza nella tua strategia di comunicazione e marketing; in pochi anni questo sito è diventato la prima alternativa alla TV e gli utenti sono sempre più abituati a cercare spiegazioni, dimostrazioni ed informazioni proprio qui.

Utilizzare il tuo canale per lanci prodotti, tutorial e video esplicativi potrebbe giovarti moltissimo in termini di conversione eaumento vendite ma anche migliorando la tua brand awareness aiutandoti a diventare un vero punto di riferimento per i clienti.  

Oggi, noi di PostTube ti guideremo all’apertura di un canale Youtube aziendale per poter godere di tutti i benefit di questa piattaforma, aiutandoti anche a capire come ottenere le migliori performance dai tuoi video.

Servizio di realizzazione video aziendali

I video aziendali sono uno dei contenuti con il più alto tasso di visualizzazioni, interazioni e conversioni. Affidati a Post Tube per la realizzazione del tuo prossimo video aziendali!

Come aprire un canale Youtube aziendale

Prima di entrare nello specifico tecnico di come creare e aprire un tuo canale Youtube aziendale vorremmo spingerti a riflettere per partire con il piede giusto; per prima cosa analizza le parole chiave legate alla tua azienda e al tuo tipo di business.

Cliccale e fai un’indagine di mercato analizzando anche i competitor, per avere idea della qualità dei loro prodotti e anche quali sono le loro lacune, in cui potrai inserirti più facilmente.

Dopo aver chiare le parole chiave su cui puntare, inizia a valutare un piano editoriale per avere ben chiaro cosa fare per diversificarti e come programmarlo.

La diversità paga: nessuno vuole vedere video identici che raccontano le stesse cose.

Se vuoi affermarti e lasciare il segno produci contenuti di qualità, utili e che rispondano a domande degli utenti ancora non trattate o a cui tu potresti dare un punto di vista diverso o un valore aggiunto.

Ultimo aspetto da non sottovalutare è analizzare il tuo target; la tua audience corrisponde al profilo del tuo cliente tipo e dopo averla individuata sicuramente potrai ottenere maggiori risultati con una comunicazione mirata ed efficace.

A questo punto ecco una guida tecnica passo passo per aprire il tuo canale Youtube aziendale.

Breve guida su come aprire un canale Youtube aziendale:

  • Crea un account YouTube con il tuo nome aziendale, per aprire l’account ti basterà cliccare su “sign in” e riempire i campi richiesti.
  • Concentrati sulla grafica del tuo canale. Fai in modo che il tuo logo, l’icona e l’immagine di copertina siano corrispondenti al tuo brand, siano ben inquadrati e che tutto riporti anche alla palette cromatica del tuo logo.
  • Compila il tuo profilo facendo attenzione che ci siano tutti i dati richiesti, compresi collegamenti ai tuoi siti e social.
  • Crea un trailer del canale per i nuovi visitatori e impostalo in primo piano, questo breve video aiuterà gli utenti a capire chi sei e cosa vuoi comunicare invogliandoli ad iscriversi.
  • A questo punto è tutto pronto: condividi il tuo primo video e segui gli insight per capire come poterti migliorare.

Come funziona l’algoritmo di Youtube

Youtube è un social ma è anche un motore di ricerca e come entrambi i sistemi vanta un complicato algoritmo in grado di filtrare tutti i meta dati per mostrare nella home e nella barra di ricerca i risultati più coerenti rispetto alla domanda dell’utente.

Nonostante ci sia una barra di ricerca in cui gli utenti possono cercare un risultato specifico è anche vero che moltissimo traffico viene generato dalla sezione dei video consigliati.

Per questo motivo è importante mantenere il più alto possibile l’engagement riuscendo quindi a comparire con il tuo canale Youtube aziendale nella sezione dei suggerimenti.

L’algoritmo di Youtube non è fisso ed evolve nel tempo, un po’ come per tutti i social e i motori di ricerca ma ci sono alcuni punti saldi.

Particolare attenzione viene data al numero di interazioni in un determinato lasso di tempo. Per riuscire a diventare virali infatti Youtube concede le prime 48 ore dalla pubblicazione.

Puntare sulle iscrizioni può fare la differenza ma sono fondamentali like e commenti per poter riuscire a fare la differenza nell’algoritmo di Youtube.

Attrarre più clienti offrendo contenuto di valore sul tuo canale Youtube aziendale

Quando il tuo canale Youtube aziendale è pronto per partire dovrai iniziare a pianificare i tuoi video attraverso un piano editoriale.

Il sistema di pianificazione non è differente da quello che utilizzi sui social o su un blog aziendale ma deve assolutamente rientrare nella strategia di content marketing.

Fornire contenuti di qualità su un motore di ricerca importante come Youtube, secondo solo a Google, è sicuramente un ottimo modo per farti notare rafforzando l’immagine del tuo brand e raccogliendo maggiori consensi da parte degli utenti.

Contenuto educativo

Imparare cose nuove online è sempre più in voga e Youtube è uno dei siti più navigati a questo scopo; tieni in considerazione per il tuo nuovo canale Youtube aziendale che le ricerche legate ai video tutorial e dimostrativi sono cresciute del 140% negli ultimi anni, tanto da convincere i migliori brand ad investire in questo settore.

I video in grado di insegnare o trasmettere nuove competenze non sono solo utili per l’utente ma sono anche un ottimo modo per fidelizzarlo.

Tra gli esempi lampanti del settore c’è Waqas Qazi che, realizzando tutorial dettagliati sulla color grading e offrendo la sua esperienza, è riuscito a raggiungere più di 130.000 follower sul canale (al momento della scrittura di questo articolo).

Brand storytelling

 Lo storytelling è uno dei metodi più apprezzati nel marketing per la capacità di coinvolgere emotivamente e creare empatia con chi sta guardando il video; è quindi consigliato anche per un canale Youtube aziendale.

Questo tipo di video però non solo crea un legame empatico con chi guarda i tuoi video; ma sono anche in grado di mostrare i prodotti generando un bisogno intorno ad uno stile di vita che racconti.

Gli utenti, infatti, non sono solo spinti all’acquisto di un prodotto in quanto tale ma vengono guidati verso un’esperienza.

Un’esponente leader di questa tipologia di contenuto è GoPro, che si è legata in modo particolare al mondo dello sport e dell’avventura.

I video del canale mostrano come utilizzare i prodotti legati al mottosii un eroe” facendo sentire l’utente speciale; come il pompiere protagonista del video in cui viene salvato un gattino intrappolato.

Intrattenimento

Una grande quantità di utenti che frequenta Youtube rivela di farlo per il divertimento; gli utenti cercano svago e intrattenimento nella forma video che risulta di facile fruizione e comprensione.

Scegliere di costruire la tua strategia di comunicazione su Youtube sfruttando video divertenti può sicuramente essere una buona mossa per catturare la loro attenzione e spingerla verso l’acquisto di un prodotto o di un servizio.

LINK A NOSTRO ARTICOLO DEI VIDEO DIVERTENTI

Tra i casi di studio più interessanti c’è il canale di Vat19. Un negozio di articoli regalo particolari, che per promuovere i propri prodotti crea sketch divertenti ai limiti dell’assurdo che generano una quantità di views esorbitante.

Ottimizzare i video per la ricerca sul tuo canale aziendale

La SEO è in continua evoluzione. Anche quella di Youtube, e rimanere al passo è fondamentale per poter ottimizzare al meglio e ottenere il massimo dai tuoi video.

La SEO ti aiuta a rendere più visibili i tuoi contenuti, soprattutto in una libreria così vasta come quella di Youtube, dove la parola chiave e altri metadati possono fare davvero la differenza, riuscendo a far visualizzare il tuo video in primo piano.

Parole chiave

La SEO è in continua evoluzione ma ci sono alcuni elementi che restano stabili; tra questi c’è la parola chiave che dovresti avere in mente già in fase di registrazione video.

La parola chiave aiuta non solo ad individuare immediatamente l’argomento che tratterai ma aiuta anche a restringere il campo di cui ti occuperai.

Per riuscire ad individuare al meglio le parole chiave per i tuoi video puoi rivolgerti ad un SEO Specialist.

Oppure, per iniziare, puoi utilizzare l’estensione di Google Chrome “Keywords Everywhere”. Funziona anche all’interno della barra di ricerca Youtube fornendo dati utili come il volume di ricerca, il CPC e la concorrenza.

Engagement

Il tasso di engagement o di coinvolgimento è un fattore predominante per Youtube che mostrerà in modo maggiore o minore il contenuto anche in base alla reazione del pubblico.

Un numero più alto di condivisioni, commenti o like aiuterà ad aumentare l’engagement e aumenterà quindi le possibilità di apparire nei risultati tra le prime posizioni. 

Format

Anche se molti non fanno caso a questo aspetto, il format è fondamentale per l’ottimizzazione dei video sui motori di ricerca.

Il format gioca un ruolo importante nel ranking; tieni presente che Youtube non è in grado di visualizzare il video ma presta attenzione ad alcuni dati relativi al tuo upload.

Il primo è il nome del file che deve assolutamente includere la parola chiave del tuo video, in questo modo Youtube troverà coerenza.

In secondo luogo è importante non sottovalutare la lunghezza del filmato; a differenza di altri social Youtube premia i contenuti lunghi assegnandogli un valore più alto.

Attenzione poi a titolo e descrizione. Il primo deve essere breve, contenere la parola chiave e descrivere il contenuto mentre la descrizione può, anzi deve, essere più lunga e articolata in modo da far comparire non solo la parola chiave ma anche le correlate.

Infine non dimenticate i Tag, funzionano in modo simile agli hashtag sui social e servono per aggregare il tuo video a determinati argomenti. Per individuare quelli giusti dai un’occhiata anche a quelli utilizzati dai tuoi competitor.

Software per il montaggio dei video per Youtube

Sono tantissimi i programmi in commercio che vogliono facilitare il montaggio e l’editing dei video da condividere su Youtube.

Nonostante girare video ti possa sembrare facile ad oggi, grazie alle applicazioni e alla tecnologia in tuo possesso è bene ricordare quanto sia importante anche il lavoro successivo al girato; ovvero quello di unire le clip creando un filmato fluido e con anche un buon editing musicale.

Tra i migliori software per il montaggio dei video per YouTube ci sono:

  • DaVinci Resolve. È uno dei software più apprezzati dai professionisti del settore per le performance e le numerose funzioni che garantiscono un editing di alto livello.
  • Premiere Pro. Il programma di Adobe è intuitivo e vanta una interfaccia piuttosto comprensibile anche dai principianti; si tratta di un software a pagamento con numerose funzioni e altrettanti strumenti per garantire un editing impeccabile.
  • Final Cut Pro X. Il programma ideale per gli utenti Apple; apprezzatissimo sia dagli amatoriali che dai professionisti è tra i migliori software di editing video al mondo grazie all’interfaccia intuitiva e alle numerose funzioni disponibili. 

Montaggio video di YouTube

I contenuti video per Youtube sono al pari di quelli testuali per Google in caso tu voglia fare business e spiccare online lasciando il segno.

Dopo aver scoperto passo a passo come aprire un canale Youtube aziendale, in questo post abbiamo ripercorso i punti salienti per riuscire ad emergere online grazie ai contenuti di qualità in primis, senza mai tralasciare l’aspetto SEO per l’indicizzazione dei video e l’editing attraverso i migliori programmi sul mercato.

Youtube è sicuramente un investimento necessario per il tuo business. Pensa che ogni giorno ci sono più di cinque miliardi di video visti; il tuo obiettivo deve essere rientrare tra quelli nei popolari per raggiungere maggiore bacino di utenza interessata possibile.

Un canale aziendale aperto su Youtube ti fornisce una serie di strumenti analitici in grado di rivelarti tutti i comportamenti degli utenti e i dati necessari per raggiungere in modo migliore i tuoi obiettivi.

Ti abbiamo convinto? Non perdere l’occasione di avere successo anche grazie ai video pubblicati su Youtube.

Vuoi creare un video straordinario?

I video sono i contenuti con il più alto tasso di visualizzazioni, interazioni e conversioni. Affidati a Post Tube per la realizzazione del tuo prossimo video!