Home » Video Marketing » Video Marketiing

Cos’è il video marketing o video advertising

Con video marketing, o video advertising, si intendono tutti quei contenuti pubblicitari realizzati per mezzo di un filmato.

La pubblicità video esiste ormai dalla seconda metà del secolo scorso, ma negli ultimi anni, anche in seguito alla crescente importanza dei social, rappresenta uno strumento fondamentale per aumentare la visibilità del brand e dunque le conversioni.

Stando agli ultimi dati l’80% degli utenti è in grado di ricordare un annuncio video visto negli ultimi 30 giorni: una stima che dà un’idea di quanto questi strumenti abbiano la capacità, oggi più che mai, di influenzare gli acquisti.

Basti pensare che l’85% dei millennials afferma di aver effettuato un acquisto dopo aver guardato un video advertising.

In questo articolo scopriremo più da vicino che cos’è il video marketing, come può essere declinato a seconda delle necessità aziendali e perché vale la pena investire in questo strumento.

Che cos’è il video advertising?

Come abbiamo già accennato il video marketing è una strategia pubblicitaria messa a punto con un filmato, più o meno lungo.

Il primo brand ad aver lanciato il video advertising è stato Bulova, storico produttore di orologi made in USA. 

Era il 1941 e quello spot pubblicitario di una manciata di secondi era destinato a cambiare il modo di fare video pubblicità.

Da allora molte cose sono cambiate, pensiamo alla diffusione sempre più massiccia delle tv prima e di Internet poi.

Non a caso, a oggi, è proprio il web il principale protagonista delle campagne di video marketing contemporanee.

Internet ci permette infatti di condividere pubblicità ovunque: dal sito aziendale a YouTube, fino alle nostre pagine social.

Una vera e propria miniera d’oro che, se sfruttata bene, è in grado di dare incredibili frutti. 

Coniugando l’immediatezza dello strumento video con le potenzialità che oggi offre il web, è possibile andare incontro alle esigenze di un pubblico sempre più dinamico e affamato di contenuti.

Questo è il fascino del video advertising, ma anche la sua difficoltà.

La sfida che le aziende si trovano ad affrontare quotidianamente è infatti proprio quella di non perdere l’attenzione del proprio pubblico, cercando di coinvolgere gli utenti con video pubblicità all’avanguardia capaci di convertire.

Quante tipologie di video advertising esistono?

Forse non lo sai, ma pubblicità è un termine molto generico che racchiude diverse tipologie di video marketing.

Attualmente possiamo distinguere gli annunci video in 3 principali categorie:

  • In-stream video ads: video fruibili attraverso player che possono mostrare diverse tipologie di contenuti (es. clip musicali, animazioni, ecc). Il classico esempio è il pre-roll mostrato da YouTube prima del video;
  • In-page video ads: video che rientrano in particolari forme di rich media inseriti in spazi pubblicitari (es. invitation unit);
  • In-text video ads: spot attivati dall’utente a seguito di un clic su una frase inserita in un testo (es. video che rispondono al contestuale advertising).

Queste forme di video advertising potranno essere utilizzate nelle tue campagne Google ADS e Facebook ADS.

Tuttavia affinché il video si riveli performante, dunque capace di convertire, è consigliabile affidare il processo di creazione un team di professionisti.

Ti ricordiamo infatti che lo scopo primario di un video di marketing deve essere quello di aumentare le vendite.

Per raggiungere questo obiettivo è necessario che il filmato sia curato nei minimi dettagli dal punto di vista tecnico.

La pre-produzione di un video advertising

Come per qualunque altro video, anche la realizzazione di un filmato di marketing passa attraverso la pre-produzione.

In questa fase sarà necessario concentrarsi sulla tipologia di video da creare e sul suo messaggio.

Successivamente saranno messi a punto script, sceneggiatura e storyboard, saranno scelti gli attori e location.

Definire lo scopo del video advertising

Il video advertising fa parte di una campagna marketing, di conseguenza deve avere un obiettivo prefissato ben preciso.

Dal momento che questo strumento rappresenterà per il tuo brand un investimento importante è necessario capire sin dall’inizio che cosa puoi fare con un video marketing e, soprattutto, cosa vuoi che facciano gli utenti dopo averlo visto.

Ecco alcuni degli scopi principali di un video advertising:

  • Spingere all’acquisto;
  • Spingere al download di qualcosa;
  • Contattare l’azienda;
  • Ricordare che cosa fa l’azienda;
  • Associare l’azienda a sensazioni e/o emozioni positive;
  • Condividere il video con gli altri.

Qualunque sia il messaggio del tuo video potrai declinarlo in In-stream video ads, In-page video ads o In-text video ads.

Definire il target del video advertising

Nel delineare il messaggio del video marketing è fondamentale, come abbiamo visto, focalizzarsi sul suo scopo ma anche su un certo target.

Questo ci aiuterà a scegliere il linguaggio verbale e visivo più adatto per il nostro pubblico di riferimento.

L’obiettivo è quello di restare focalizzati sul brand, sul messaggio e sul pubblico trovando però un’idea originale.

Un po’ come ha fatto Cheerios che ha fatto uno spot destinato alle famiglie, mettendo però al centro un papà.

Preparare script e sceneggiatura

Una volta definito il messaggio e il pubblico di riferimento ci si può concentrare sulla storia del nostro spot.

Il primo passo è quello di elaborare uno script: una bozza che poi sarà trasformata in sceneggiatura, che dovrà contenere indicazioni su inquadrature, battute e luogo delle riprese. 

In queste prime fasi sarà normalissimo scrivere e riscrivere la stessa idea più volte: il processo creativo è lungo e non deve essere forzato. Per questo è sempre meglio evitare di affiancarsi a team poco esperti.

Ricorda che il video marketing sarà l’immagine del tuo brand, dunque deve realizzato per valorizzarti al meglio.

Per questo motivo la maggior parte degli spot contemporanei cerca di catturare l’attenzione dell’utente nei primissimi secondi con un aggancio, o hook come dicono gli americani. 

Questo può essere una trovata comica, un’immagine commovente o un particolare a cui sarà necessario abbinare una storia che faccia presa sul pubblico sfruttando proprio l’empatia.

Non a caso i migliori video advertising sono quelli che utilizzano al meglio il potere dello storytelling, così da spingere gli utenti all’azione.

Un esempio incredibile è rappresentato da questo video ads di Squatty Potty.

Preparare lo storyboard

Durante la pre-produzione di un video advertising bisogna dare la giusta importanza anche allo storyboard.

Chiamato, non a caso sceneggiatura disegnata, lo storyboard è uno strumento utilissimo sia in fase di riprese che in fase di montaggio poiché fornisce indicazioni visive sulle inquadrature e sulla sequenza delle scene.

Non è necessario che lo storyboard rappresenti ogni singola inquadratura che si dovrà girare, ma allo stesso tempo è bene preparare il materiale accuratamente così da non perdere tempo sul set.

Ti ricordiamo infatti che, a differenza di un film, le riprese di un video advertising durano molto poco (1 o 2 giorni al massimo). In questo modo è possibile ottimizzare i tempi senza incidere sui costi.

Scegliere la crew

Prima di andare sul set bisogna anche decidere chi portare con sé. 

Come ti abbiamo già accennato, per un lavoro di alta qualità è necessario rivolgersi a professionisti del settore in grado di allestire il set correttamente e di gestire la post-produzione in tutte le sue fasi.

La crew per la creazione di un video advertising è infatti composta da diverse figure professionali che vanno dal regista al direttore della fotografia, al fonico e all’addetto alle luci, fino al colorista e al montatore.

Nelle piccole case di produzione non è raro che una figura possa ricoprire anche più di un ruolo.

Scegliere le location

Un altro passaggio molto importante prima di prendere in mano l’attrezzatura è individuare la location migliore per le riprese. 

Chiaramente questo dipende molto dal tipo di storia che vogliamo raccontare: potrebbe bastare un appartamento, oppure una strada, ma potremmo anche avere bisogno di girare in studio davanti al green screen se il video prevede l’aggiunta di effetti speciali in post-produzione.

Questo spot di Ikea di qualche anno fa ci mostra quanto è possibile fare con una location basic (un interno e un esterno).

La produzione del video advertising

Una volta preparato tutto il materiale è possibile iniziare le riprese. 

Come abbiamo già accennato, il lavoro sul set non durerà a lungo per questo è importante aver tutto quello che serve (sceneggiatura, cast tecnico, storyboard) già a disposizione così da lavorare al meglio ottimizzando i tempi.

In questa fase è fondamentale essere molto precisi, effettuando le riprese nel modo in cui si è deciso in pre-produzione, magari con un paio di ciak in più per sicurezza.

Ricordati infatti che sì, durante la pre-produzione si possono correggere degli errori ma non del girato di scarsa qualità.

Motivo per cui in questa fase è necessario prestare molta attenzione a una serie di elementi.

Allestimento del set e costumi

Non importa che tipo di video advertising tu voglia girare: allestire il set è importantissimo per creare la scenografia giusta, che si tratti una scena realistica o ad esempio di un’ambientazione medievale.

Di pari passo andranno selezionati anche i costumi per gli attori e/o comparse.

Macchine da presa

Sentirai dire da molte persone che oggi si può fare di tutto con uno smartphone di alto livello.

Questo non è del tutto sbagliato, ma non è neanche giusto per il semplice fatto che un video advertising è un prodotto professionale e, come tale, deve essere realizzato con attrezzature di un certo tipo.

Allo stesso tempo girare un video marketing con macchine da presa professionali affidandosi a un team amatoriale è del tutto sconsigliato.

Rivolgendoti a noi di Post Tube potrai contare su un team qualificato, dotato di macchine da presa professionali e soprattutto capace di affiancarti durante tutta la durata del progetto.

Luci

Qualunque sia il set dove si andrà a girare sarà necessario illuminarlo nel modo giusto per ottenere delle riprese di qualità.

Per farlo l’addetto alle luci dovrà sistemare l’illuminazione in 3 punti chiave che prevedono l’utilizzo di una luce principale, di una luce posteriore e di una luce di riempimento.

Sonoro 

In un video advertising non solo l’immagine deve essere di qualità, ma anche il sonoro.

Ecco perché è necessario che la crew sia dotata di microfoni professionali capaci di registrare in presa in diretta un suono pulito, senza echi o fruscii. 

In questo modo sarà più facile mixare la traccia con effetti e musica durante la post-produzione del video.

La post-produzione

Una volta completate le riprese è possibile rimettere mano al girato per effettuare i miglioramenti necessari.

Questa fase, chiamata post-produzione, è importante per conferire al video marketing l’aspetto definitivo e vede esperti intervenire sul montaggio, sulla musica e sulla color grading.

Montaggio

Abbiamo già detto quanto sia importante il gancio per coinvolgere sin da subito gli spettatori.

In sede di montaggio si prenderà perciò il girato per editarlo secondo quanto suggerito dalla sceneggiatura e dallo storyboard, come deciso in fase di pre-produzione.

Ricorda infatti che i primissimi secondo sono fondamentali per catturare l’attenzione di uno spettatore e che non è necessario che il video superi necessariamente il minuto per essere un prodotto vincente.

Ovviamente ogni caso è a sé stante, per questo ti consigliamo di lasciarti consigliare in base a quelle che sono le tue reali esigenze.

Per esempio, se vuoi realizzare un trailer cinematografico sarà d’obbligo ispirarsi allo stile dei grandi produttori del settore come ad esempio Netflix.

Basti dare un’occhiata al trailer de L’incredibile storia dell’Isola delle Rose.

Color grading

Sicuramente saprai che nel cinema, così come in fotografia, ogni gamma di colori è associata a una particolare emozione che, a sua volta, può essere sfruttata per descrivere una particolare situazione.

Questo accorgimento risulta fondamentale anche durante la post-produzione di video advertising dal momento che una determinata palette di colori influisce notevolmente sull’incisività della CTA finale e dunque sulle performance del video stesso.

Per esempio HelloFresh US ha scelto di usare colori molto saturi poiché enfatizzano la bontà degli ingredienti.

Musica

La musica, a sua volta mixata all’audio in presa diretta e agli effetti sonori, è importantissima per costruire l’anima del tuo video.

Puoi scegliere di rendere protagonista la musica, oppure di utilizzare una traccia in sottofondo a seconda della tipologia di video.

Qualunque scelta dovrà essere però ben calibrata poiché in grado di ribaltare l’efficienza del video stesso.

Un esempio? Il video advertising di 38 secondi che ha realizzato Apple in cui viene mostrato come il musicista James Blake lavora ai suoi pezzi a casa in tempi di Covid.

Quanto costa realizzare un video advertising?

Se stai leggendo probabilmente sei interessato a investire nella creazione di un video advertising.

Come abbiamo già detto, questa tipologia di filmato è molto utile per strategie di marketing aziendali e può essere realizzato in diverse modalità: sia tecniche che creative.

Motivo per cui non possiamo darti una cifra precisa relativa ai costi.

Noi di Post Tube pensiamo inoltre che ogni video debba andare incontro alle esigenze del cliente e debba essere personalizzato a 360 gradi.

Ecco perché ti consigliamo di iniziare a valutare un budget indicativo che vorresti utilizzare per questo genere di investimento e, successivamente, di richiedere una consulenza a un team di professionisti. 

Perché come tutti gli investimenti per la tua azienda anche un video marketing necessita di essere curato nel dettaglio.

Se ti interessa saperne di più a riguardo non esitare a contattarci: il team di Post Tube è a disposizione per rispondere a richieste, dubbi, domande ma anche per preparare preventivi su misura per te e completamente senza impegno.

I migliori 5 video advertising

Investire nel video marketing significa saper cogliere le esigenze del pubblico per poter realizzare un prodotto capace di catturare l’attenzione e generare conversioni.

Come abbiamo visto è molto importante essere originali e fedeli all’identità del proprio brand, ma crediamo allo stesso tempo che guardare cosa fanno i brand di successo sia un buon punto di partenza per lasciarsi ispirare.

Ecco 5 video advertising che dovresti guardare.

1) McDonald’s UK – Christmas 2019

2) Passion Planner – How to Create the Life You’ve Always Wanted 

3) Prime Video – The Wilds

4) Grammarly – Words to Travel the World

5) The LARQ Bottle – The Dirty Truth About Your Water Bottle 

Produzione di video advertising

In conclusione possiamo affermare che il video advertising rappresenta uno strumento davvero molto utile per tutte le aziende che vogliono aumentare il proprio business e fortificare la propria brand awareness nell’ottica di una strategia di marketing ben consolidata.

Grazie alla nostra lunga esperienza maturata nel settore dell’audiovisivo, noi di Post Tube siamo in grado di garantirti un servizio a 360 che saprà seguirti dalla pre-produzione fino alle ultime fasi della post-produzione, così da poter creare un video su misura per le tue esigenze.